fondazione italia giappone
Eventi in Italia Eventi in Giappone

 

Città gemellate

 

 

Segui italiagiappone su Youtube   Segui italiagiappone su Facebook   Segui italiagiappone su Twitter

 

 

CITTÀ GEMELLATE

 

 

"Un gemellaggio è l'unione di due comunità […] con l'obiettivo di affrontare i loro problemi e di instaurare tra loro legami sempre più stretti di amicizia.". (Jean Bareth)

I gemellaggi consentono come nessun altro accordo di stringere legami che riducono le distanze fisiche e culturali tra i Paesi interessati e vanno ben al di là del loro scopo politico, economico e turistico.

Il gemellaggio è espressione di unità e di identità, e rappresenta un impegno a lungo termine basato sul rispetto e lo scambio - immateriale ancor prima che materiale - reciproci.

Italia e Giappone in tal senso rappresentano un vero modello. I due Paesi hanno un legame molto forte e tra di loro c'è una lunga tradizione di amicizia e rispetto, e quindi anche di gemellaggi, a partire dal primo che fu stipulato tra Napoli e Kagoshima nel 1960 fino ad arrivare a quelli che vengono stabiliti ancora oggi e che riportiamo nell'elenco qui di seguito. La loro collaborazione è sempre stata molto proficua, e lo sarà ancora di più in vista dei prossimi appuntamenti che li aspettano - la ricorrenza di quest'anno del quattrocentesimo anniversario della prima Ambasceria giapponese in Italia (1615), quella dell'anno prossimo dei centocinquant'anni dall'instaurazione delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi con il Trattato di amicizia e di commercio (1866) e le Olimpiadi di Tokyo del 2020. L'augurio è che possano essere tutte ulteriori occasioni di conoscenza e rinsaldamento di un patto sempre più duraturo.

 

 

1960 Kagoshima Napoli (Campania)
1963 Kiryu (Gumma) Biella (Piemonte)
1965 Kyoto Firenze (Toscana)
1971 Ishinomaki (Miyagi) Civitavecchia (Roma, Lazio)
1975 Tokamachi (Niigata) Como (Lombardia)
1976 Atami (Shizuoka) Sanremo (Imperia, Liguria)
1978 Gifu Firenze (Toscana)
1979 Toki (Gifu) Faenza (Ravenna, Emilia Romagna)
1981 Osaka Milano (Lombardia)
1983 Kanra (Gumma) Certaldo (Firenze, Toscana)
1984 Tono (Iwate) Salerno (Campania)
1985 Ito (Shizuoka) Rieti (Lazio)
1986 Provincia di Ibaraki Emilia Romagna
1987 Okawa (Fukuoka) Pordenone (Friuli-Venezia Giulia)
1989 Tendoo (Yamagata) Marostica (Vicenza, Veneto)
1992 Nagahama (Shiga) Verona (Veneto)
1992 Takko (Aomori) Monticelli d'Ongina (Piacenza, Emilia-Romagna)
1993 Shibukawa (Gumma) Abano Terme (Padova, Veneto)
1994 Shirakawa (Gifu) Pistoia (Toscana)
1995 Utsunomiya (Tochigi) Pietrasanta (Lucca, Toscana)
1996 Tokyo Roma
1997 Maebashi Orvieto (Terni, Umbria)
1999 Kashiwara (Osaka) Provincia di Grosseto
1999 Kashiwara (Osaka) Grosseto (Toscana)
1999 Minamisanriku (Miyagi) Besano (Varese, Lombardia)
2000 Shibukawa (Gumma) Foligno (Perugia, Umbria)
2001 Ginoza (Okinawa) Pescia (Lucca, Toscana)
2001 Prefettura di Miyagi) Provincia di Roma
2001 Kumano (Mie) Sorrento (Napoli, Campania)
2002 Prefettura di Aomori Regione Liguria
2002 Osaka Regione Lombardia
2003 Hokuto (Yamanashi) Manciano (Grosseto, Toscana)
2005 Azuchi - Omihachiman (Shiga) Mantova (Lombardia)
2005 Shirakawa (Gifu) Alberobello (Bari, Puglia)
2005 Nagoya (Aichi) Torino (Piemonte)
2005 Itabashi (Tokyo) Bologna (Emilia Romagna)
2012 Sakahogicho (Gifu) Maranello (Emilia Romagna)
2012 Mino (Gifu) Amalfi (Salerno, Campania)
2012 Ushiku (Ibaraki) Greve in Chianti (Firenze, Toscana)
2013 Ichinomiya (Aichi) Treviso (Veneto)

 

 

 

 

© Fondazione Italia Giappone - Tutti i diritti riservati